English abstract: Your webcam works with many programs (aMSN, Camorama…), but Skype? Try to load it with “LD_PRELOAD=/usr/lib/libv4l/v4l1compat.so skype” (no quotes); your webcam shows dark, wrong, “redshifting” colors? In a terminal enter “sudo apt-get install v4l2ucp” then “v4l2ucp” (no quotes): adjust brightness, contrast, etc. until webcam’s stream “matches” the real world.

Dopo l’aggiornamento a Maverick una webcam (ID 0c45:613e Microdia PC Camera (SN9C120) che avevo in casa ha cominciato a funzionare. Ma c’erano due ordini di problemi: il primo era che, nonostante mostrasse le immagini in programmi come aMSN e Camorama, non faceva lo stesso con Skype; il secondo, invece, riguardava l’immagine stessa, che presentava colori alterati (verso il rosso) e scuri. Smanettando un po’ ho trovato queste soluzioni.

Per il primo problema, basta avviare Skype caricando prima una libreria, dando nel terminale questo comando:

LD_PRELOAD=/usr/lib/libv4l/v4l1compat.so skype

Potete anche aggiornare il vostro menu K (o simile) per avviare Skype in questo modo. Andando in Opzioni → Impostazioni video dovreste notare che, cliccando su Prova, l’immagine viene mostrata.

Per risolvere il problema dell’immagine, invece, installiamo v4l2upc inserendo nel terminale:

sudo apt-get install v4l2ucp

Quindi lo avviamo dando semplicemente:

v4l2ucp

Si aprirà una finestra attraverso la quale si potrà giocare con la luminosità, il contrasto, i colori, eccetera. Per vedere l’effetto che fa, tenete aperto un programma che mostri le immagini dalla vostra webcam.

Purtroppo non ho ancora capito se e come è possibile salvare le impostazioni di v4l2ucp (un nome decente no? 🙂 ), ma dato che funziona egregiamente non mi crea problemi perdere due secondi per risistemare tutto (se però qualcuno sa come fare, mi scriva nei commenti, mica mi offendo 😉 ).

Una nota per la telecamera in oggetto: non so se funzioni semplicemente grazie al passaggio a Maverick o devo ringraziare anche tutte le operazioni che ho svolto nel tentativo di farla funzionare anche sulla lince. Magari nei prossimi giorni saprò dirvi di più, al limite se non funzionasse, fatemelo sapere e vi indicherò le guide che ho seguito, sperando funzionino anche per voi.

VoipStunt, per chi non lo sapesse, è un software VoIP che consente di telefonare via internet verso tutto il mondo a prezzi davvero imbattibili. In pratica, uno Skype con prezzi ancora inferiori.

Come ho già scritto altrove, «grazie a VoIPStunt, infatti, basta una ricarica da 10 euro e posso telefonare a tutti i numeri fissi d’Italia gratuitamente per 120 giorni (e lo stesso vale per altri 30 Paesi, mentre le tariffe sono vantaggiosissime anche per altri Paesi). Terminati i 120 giorni di chiamate gratuite, si può rifare una ricarica per avere altri 120 giorni gratis, oppure chiamare a un centesimo al minuto (IVA inclusa, mi sembra – il che significa comunque altri mille minuti, 17 ore, di telefonate). Insomma, con dieci euro possiamo chiamare per 120 giorni e 17 ore: meraviglie del VoIP

La registrazione su VoipStunt dà diritto anche all’invio di SMS a prezzi stracciati, la possibilità di usare il proprio telefonino anche per le telefonate internazionali e anche la possibilità di utilizzare i telefoni VoIP.

Il problema è che VoipStunt non ha (ancora) una versione per sistemi Linux e Mac. Come possiamo quindi usare le meraviglie di questo programma sul nostro sistema operativo?

La risposta è Ekiga e le operazioni da fare sono le seguenti.

Innanzitutto, se non lo abbiamo ancora fatto, installiamo Ekiga (per Debian e derivati come Ubuntu):

sudo apt-get install ekiga

Dopodiché lo apriamo (per Kubuntu, lo trovate in Menu K → Internet → Ekiga). Ci dovremmo trovare di fronte la seguente finestra:

Se si apre la configurazione guidata, chiudetela pure. Aprite il menu Modifica e cliccate su Preferenze. Si aprirà una nuova finestra, e sulla sinistra troverete una lista che ci permetterà di personalizzare Ekiga per farlo funzionare come VoipStunt.

In questa lista sulla sinistra cerchiamo Protocolli e clicchiamo su Impostazioni di rete.

Bisogna modificare le Impostazioni NAT. Come Metodo di attraversamento NAT indichiamo:

Nessuno

mentre come Server STUN indichiamo:

stun.softjoys.com:3478

Quindi applichiamo le modifiche cliccando su Applica. Nella lista a sinistra clicchiamo adesso su Impostazioni SIP.

Come Proxy outbound inseriamo:

sip.voipstunt.com:5060

mentre come URL per l’inoltro inseriamo:

sip.voipstunt.com

Alla voce Inviare DTMF come scegliamo;

RFC2833

Lasciamo tutto il resto invariato e usciamo. Ritorniamo nella finestra principale, clicchiamo ancora su Modifica, ma stavolta scegliamo Account. Si aprirà una nuova finestra.

Clicchiamo su Aggiungi e se ne aprirà una terza.

Inseriamo come Nome account:

voipstunt

come Registrante:

sip.voipstunt.com

Il nome utente e la password, ovviamente, sono quelle che avete usato per registrarvi su VoipStunt.

Clicchiamo adesso su Opzioni aggiuntive. Come nome di accesso inserite il vostro nome utente, mentre come Tempo limite di registrazione inserite:

3600

Clicchiamo su OK. Ci ritroviamo adesso di nuovo nella finestra Account, ma stavolta non è vuota, c’è una voce, quella che abbiamo appena creato.

Per registrarci basta cliccare sulla spunta (il quadratino a sinistra della parola “voipstunt”) e aspettare qualche secondo. Se tutto andrà bene, alla voce Stato, a destra, potremo leggere Registrato. Chiudiamo questa finestra e siamo pronti per utilizzare VoipStunt.

Ritorniamo quindi nella finestra principale ed effettuiamo la nostra prima chiamata. Per farlo basta inserire la seguente stringa nello spazio sotto la barra dei menu (al posto degli asterischi vanno i numeri di telefono, comprensivo del prefisso internazionale):

sip:*****************@sip.voipstunt.com:5060

Facciamo un esempio più chiaro: vogliamo chiamare il nostro amico Tizio, che abita in Italia. Il suo numero di telefono è 0123456789. Il prefisso internazionale dell’Italia è +39, quindi la nostra stringa per chiamare tizio sarà:

sip:+390123456789@sip.voipstunt.com:5060


Clicchiamo sul pulsante a sinistra (quello con la spina, per intenderci) e dopo un po’ sentiremo il familiare “TUUUU” del telefono.

Spero che anche questa guida vi sia di aiuto. 😉