Fra i moltissimi giochi che il mondo open offre, merita una particolare menzione SuperTuxKart.

Si tratta di un gioco automobilistico, o meglio, di kart: dobbiamo guidare vari personaggi attraverso molte piste e gran premi, con un unico obiettivo, vincere con qualunque mezzo (poi capirete perché).

Pur essendo “ancora” alla versione 0.5, questo gioco rivela una maturità che definire impressionante è riduttivo. Come potete vedere negli screenshot al termine di questo articolo, il gioco offre una grafica stupenda e ben curata, ma anche molto fantasiosa. Guidare le auto è semplicissimo (la manovrabilità delle auto raggiunge livelli molto alti) e a possibilità di lanciare missili o bombe contro le altre auto rende il gioco molto avvincente, anche perché, pure dopo esplosioni e voli in aria, il nostro kart è pronto a ritornare in pista.

Al momento il gioco offre undici personaggi (fra cui Tux, la mascotte del kernel Linux, o Wilber, la mascotte di The GIMP), diciassette piste di varia lunghezza e quattro modalità di gioco: Gran Premio (che in realtà è un campionato come quello di Formula Uno), Corsa veloce (su una sola pista), Cronometro (una sola pista senza avversari) e Insegui il kart (una simpatica variante, il cui obiettivo è arrivare…secondi!). Ovviamente è disponibile la modalità multiplayer.

Se dopo averlo provato ne rimarrete entusiasti, tenetevi forte: come vi ho già detto SuperTuxKart è arrivato appena alla versione 0.5, e molte nuove feature sono fra gli obiettivi degli sviluppatori (fra le più gustose, aumentare l’autenticità delle corse, aggiungendo attriti in base al terreno su cui si corre, e la modalità per giocare online).

SuperTuxKart 0.5 è disponibile per Linux, ma anche per Windows e Mac. Per quanto riguarda le distro Linux, tuttavia, c’è da dire che non è ancora presente in tutti i repository (che riportano ancora la versione 0.4), quindi inserisco di seguito le istruzioni per installarlo.

Innanzitutto, scaricate i due pacchetti necessari: per le architetture a 32 bit

per le architetture a 64 bit

Quindi aprire il Terminale e digitare, spostarsi nella cartella dove avete scaricato i due pacchetti e digitare

sudo dpkg -i supertux*.deb

L’installazione potrebbe essere interrotta a causa di dipendenze rotte (nel mio caso: libalut0, libopenal0a e plib1.8.4c2). Ho sistemato tutto dando il comando:

sudo apt-get install -f

Al termine dell’installazione troverete SuperTuxKart fra i giochi (in Ubuntu, Applicazioni → Giochi, in Kubuntu Menu K → Giochi).

Non dimenticate che dovete avere abilitata l’accelerazione 3D e la distro deve essere aggiornata.

E ora alcuni screenshot!

Bello, eh? 🙂 Se serve una mano, non esitate a chiedere 😉

Questo articolo può essere obsoleto. Leggi qui per i dettagli.

Oggi va molto usare internet in mobilità, liberarsi dai fili e compagnia bella. Una scheda che in molti ancora useranno, probabilmente, è la scheda ONDA N501HS con la TIM (io sono fra questi).

Purtroppo questa pccard possiede un grave difetto: va in conflitto con i driver utilizzati per i dispositivi USB 2.0 (anche se non sembra, questa pccard è una USB).

Su sistemi GNU/Linux questo significa che essa non viene “vista” dal sistema, o meglio: il sistema la vede ma non la riconosce.

Per poterla vedere bisogna quindi “togliere” il modulo ehci_hcd, che è quello che fa funzionare tale scheda. Per farlo occorre inserire la scheda e poi dare il seguente comando nel terminale:

sudo rmmod ehci_hcd

Aggiornamento: potrebbe essere utile caricare anche un altro modulo, dando il comando:

sudo modprobe usbserial vendor=0x05c6 product=0x6613

Dando poi il comando lsusb, avremo come output qualcosa del genere:

Bus 006 Device 002: ID 05c6:6613 Qualcomm, Inc.

Rimuovere il modulo ehci_hcd, in generale, non crea problemi, perché, all’inserimento di un nuovo dispositivo USB, esso viene ricaricato. Solo la pccard non funzionerà con quel modulo.

Cos’è quel modulo? Nient’altro che il responsabile del funzionamento dei dispositivi USB 2.0. La scheda USB pccard utilizzerà altri moduli che la faranno andare più lenta (questo è un evidente problema: quando la scheda va troppo veloce, salta tutto).

Una volta installata occorre configurare ppp per permettere la connessione. Nel resto del tutorial, parlerò basandomi su kppp. Queste le operazioni da fare:

  1. Avviare kppp dal menu K → Internet
  2. Cliccare su “Configura”
  3. Nella finestra che si aprirà, nella scheda “Account”, cliccare su “Nuovo…”
  4. Nella finestra che si aprirà, scegliere la “Configurazione manuale”
  5. Nella nuova finestra, il nome della connessione sarà “TIM”
  6. Cliccare su “Aggiungi…” e inserire il numero di telefono da comporre: *99#
  7. Nel menu a tendina “Autenticazione” scegliere “Via script”
  8. Premere Ok
  9. Tornati in “Configurazione KPPP”, scegliere la scheda “Modem” e scegliere “Nuovo…”
  10. Nella scheda “Dispositivo” dare come nome modem “N501HS”
  11. Il dispositivo modem è /dev/ttyUSB0
  12. La “Velocità di trasmissione” è 460800
  13. Il “Timeout modem” è 120 sec
  14. Cliccare sulla scheda “Modem” e selezionare “Attendi segnale di linea…”
  15. Cliccare su “comandi modem” e riempire i campi come in figura.

In definitiva, comunque, il mio consiglio è di non acquistare questa scheda. Se l’avete già acquistata, questa guida vi sarà comunque di un certo aiuto. 😉